I ragazzi del Team Va’ Sentiero di cui vi abbiamo già raccontato, partiti lo scorso maggio dal Friuli (Muggia) per percorrere il Sentiero Italia, a distanza di sette mesi e 172 tappe, sono già arrivati a metà del loro cammino nelle Marche.

L’arrivo a Visso (MC): ultima tappa della prima parte di cammino

Dopo aver attraversato 10 regioni e 3.548 km, il team Va’ Sentiero arriva nell’Appennino e assiste alla bellezza dei monti Sibillini imbiancati dalla neve e giunge finalmente a metà del percorso sul Sentiero Italia, più precisamente a Visso, un piccolo comune in provincia di Macerata. E’ l’ultima tappa per il 2019, un traguardo importante. Una folla festosa di amici, camminatori simpatizzanti, famigliari, li ha accolti insieme alla banda, che rende ancora più trionfale l’evento e fa scappare qualche lacrima. Ad accompagnare il team, percorrendo insieme l’ultima tappa di cammino, c’è anche il comico Neri Marcorè, che con la sua ironia ha valorizzato una giornata già ricca di emozioni.

L’importanza dell’attrezzatura giusta in un lungo cammino

Il team ha percorso la prima parte del Sentiero Italia, tra atmosfere surreali e condizioni climatiche non sempre favorevoli, giorni di pioggia incessante, vento e nebbia, alternati da schiarite di sole e giornate con il cielo limpido. La fatica e i sacrifici sono stati ampiamente ripagati da scenari meravigliosi. Quando si cammina per ora in qualsiasi condizione climatica, l’attrezzatura giusta fa la differenza. Fin dall’inizio i ragazzi hanno scelto di indossare le calze tecniche sportive OXEEGO Outdoor; il nostro modello pensato per gli amanti del trekking e dei lunghi cammini, è diventato il loro compagno inseparabile di avventure. Ai piedi dei membri di tutto il Team di Va’ Sentiero, le nostre calze con filati ossigenanti Celliant e antibatterici Crabyon, hanno percorso 266.065 m di dislivello e 6 mln di passi, senza creare vesciche, irritazioni e lasciando i piedi sempre asciutti e areati. Una buona attrezzatura è fondamentale per godersi a pieno le lunghe escursioni!

Nessuno di noi, prima di questo viaggio, aveva mai dato troppa importanza all’abbigliamento intimo tecnico per affrontare al meglio l’escursione. In questi mesi abbiamo avuto modo di testare le calze e maglie termiche Oxeego… e abbiamo capito sulla nostra pelle cosa significa utilizzare un prodotto piuttosto che un altro: fa la differenza, eccome!

Siamo tutti rimasti colpiti in positivo dell’ottima prestazione delle calze Oxeego. Si tratta di un prodotto che offre comodità, resistenza, e che soprattutto previene vesciche (nemico n° 1 di ogni escursionista)… e cattivi odori: pregio non irrilevante, considerando che abbiamo condiviso per 7 mesi la stessa aria! : )

calze Oxeego
Le calze Oxeego indossate dal team di Va’ Sentiero

Va’ Sentiero come opportunità per conoscere nuove persone

Nel corso di questi mesi Il Team Va’ Sentiero ha avuto modo di camminare a fianco di oltre 1500 persone, provenienti da 10 nazionalità diverse, a testimonianza del particolare interesse suscitato dall’iniziativa, che ha come intento quello di raccontare il territorio italiano, i suoi paesaggi caratteristici, i suoi sapori e i suoi accenti.
Il bello di Va’ Sentiero, spiega Martina, una ragazza che ha preso parte alla camminata, è il fatto di dimenticare tutto ciò che ci può distrarre, come il telefono, per conoscere il nostro territorio, assaporare le sue bellezze naturali e saperlo apprezzare sempre più. 

Prali – Villanova. Va’ Sentiero con Maura e Gabriele, ospiti per qualche tappa, all’Altopiano dei tredici laghi, e vista sul Lago Dreio.

Le aspettative per la seconda parte di cammino nel 2020

La prima parte del viaggio è stata per il Team una grandissima scommessa, perché per buttarsi nell’avventura di Va’ Sentiero hanno dovuto mollare tutto, compreso il lavoro. Ora però, che sono a metà del loro cammino, si sentono soddisfatti e fiduciosi.

Per il 2020 ci aspettiamo grandi cose!!! Dopo l’assaggio di Appennino di questa prima tranche, ci siamo innamorati dell’umanità delle montagne del Centro-Sud Italia: non vediamo l’ora di continuare l’esplorazione… e la degustazione!

Quanto alla nostra spedizione, speriamo di riuscire a migliorare ogni aspetto del progetto, facendo tesoro dell’esperienza dei sette mesi appena trascorsi. Ci piacerebbe che, sull’onda di questa prima tranche, aumentasse il seguito di persone che vengono a camminare con noi, per testimoniare insieme che la Montagna conta!

Il viaggio è solo a metà, non è ancora finito, il consiglio a chi si vuole unire a loro per la seconda metà di viaggio nel 2020 e concludere il SentieroItalia:

Prepara bene lo zaino; scalda i muscoli; ma ancor di più, libera la testa, viaggiare è anzitutto una disposizione dell’animo

Noi aggiungiamo: Mettiti ai piedi i calzini giusti! 😉